Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_el() should be compatible with Walker::end_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_PageDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1244

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_el() should be compatible with Walker::end_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_CategoryDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1442

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class wpdb in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/wp-db.php on line 306

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Object_Cache in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/cache.php on line 431

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::end_el() should be compatible with Walker::end_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Dependencies in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/class.wp-dependencies.php on line 31

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Http in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/http.php on line 61
Hippo blog » 2015 » April

Archivio di April 2015

Foggettabautì.

Wednesday 22 April 2015

- pronto? -

- sì, pronto… dottor Pagliacci? -

- sì, sono io, chi parla? -

- sono l’avvocato… -

- avvocato carissimo!!!! Come sta? tutto bene?… ma lei mi trascura… lei si dimentica di me… -

- ma no, lei è sempre nei miei pensieri, dottore… è che non voglio disturbarla se non ci sono novità… -

- ma lei non disturba mai… anche io la penso spesso, carissimo avvocato Franco… -

- grazie… ma io mi chiamo Paolo… -

- ecco vede, appunto, io la penso sempre, caro Franco -

- Paolo -

- chi? -

- io, l’avvocato… -

- Franco! -

- appunto… ecco, appunto, le volevo dire… -.

Er Messi de noantri.

Friday 17 April 2015

- oh, e com’è ’sto portiere? Buono? -
- mha, non è male, solo forse un po’ troppo vecchio… -
- come “troppo”? in che senso? -
- ma guarda, per farti capire… è così vecchio che quando gli tirano il pallone, invece che “mia!” grida “guardate che ve la buco!!!“… -.

Amicobbello (che non è amico fragile…).

Wednesday 15 April 2015

Io ho l’Amicobbello.

L’Amicobbello, che ha diciamo una quarantina, è bello.

Ma non che uno dice èbbello, no, èbbello che oltre ad essere bello, èbbello che piace alle donne.

E tutti a dire eh ma dai ma no ma insomma oddio a me nemmeno piace.

Ma io quando ero gggiovine e viveurs sono uscito con Amicobbello, e vi dico a me non è mai capitato, come nei filmi, che il cameriere della pizzeria venga e ci desse un foglietto “questo viene da quelle due ragazze in quel tavolo, sono i loro numeri di cellulare” e con lui è sempre, ma sempre eh, oh, ah, così.

Ecco, come il miele per le mosche.

Che poi, Amicobbello è da un po’ ben fidanzato, serio, fedele.

Oggi, Gino mi vede e mi saluta, si siede, sbuffa, si sventola, guarda in giro, risbuffa, scuote la testa e dice

- guarda, ma come oggi sono contento di non essere Amicobbello -

- e perché? -

- perché, caro il mio ciccio, con tutta la gnàgna che è saltata fuori mezza nuda per la città, per me resistere è già difficile, pensa ad essere come Amicobbello… -.

Eh son problemi.

…noi piloti…

Wednesday 1 April 2015

Il regalo è un sabato a Monza, a girare con una Ferrari 458 e una Lamborghini Gallardo.

Due giri per ciascuna.

Arrivi, buongiorno buongiorno, vada di qua giri di là, e parcheggi dietro ai box, proprio là dove quando c’è il GP ci sono i camions dei team e i motorhome.

Che spegni, parcheggi, scendi, e senti dai box “vraaaaaoooooaaaaaaaammmmmm” e dici abbè, sò arrrivato.

Entri nel box, buongiorno buonasera, ti danno un pass, perché, insomma, essere in un circuito e avere un pass al collo è metà del divertimento, non conta se poi non c’è nessun altro, cioè se tutti - ma popo popo tutti - hanno al collo lo stesso pass tuo, insomma, c’hai il pass e sei dentro a Monza, pit lane, pass al collo, per me stàmo pure apposto così.

Briefing. Che c’è uno sbarbato, di quelli che hanno l’età che dici ma questo ce l’ha già la patente? e si presenta “io sono un pilota” eh già ciccio, allora io una volta ho vinto a space invaders e mica dico in giro che guido lo Shuttle, ma vabbè.

Iosonopilota si mette lì e pretende di spiegare a noi - a me!!! - come si guida una macchina: ciccio, io ho fatto Milano - Ascoli Piceno in giornata (a ottobre!!!), e una volta quando ancora non c’era il tutor sulla A8 ho toccato i 198 all’ora… che me vuoi spiegà a me?

Ma insomma Iosonopilota spiega, spiega tutta una roba su come si spostano i pesi e i carichi in una macchina in fase di frenata, accelerazione, curva, su come vanno impostate le curve in frenata e accelerazione… ma io a questo punto naturalmente trovo tutto parecchio noioso e inutile e mentre lui ciaccia io metto la testa in modalità “annuisci ogni trenta secondi con espressione interessata” mentre penso allegramente ai cazzi miei, che forse è arrivata la primavera, che stasera mi faccio una pizza, che a Pasqua andrei a farmi l’ultima sciata…

mi risveglio un attimo quando dice “570 cavalli sulla Ferrari, 560 circa per la Lambo”, apperò, mi dico, poi spiega una cosa tènnica del cambio, che il ferrarino c’ha tipo due frizioni che frizionano insieme e quindi quando cambi sembra che non cambi, mentre la Lambo ha un cambio tradizionale quando sale la marcia si sente il “kick”: abbello, penso, guarda che io guidavo una Micra con cambio automatico… quella sì che dava il kick…

Vabbè, finito il briefing, tutti schisciàti su un ducato nove posti e via, in pista a Monza.

A guidare il ducato un altro sbarbato evidentemente minorenne che secondo me non ha nemmeno l’età per un 125.

Sbarbato guida il ducato come se fosse una McLaren e alla prima variante fa fischiare le gomme pesta giù un frenatone mette il carrozzone di traverso e spiega, sereno, come andrebbe impostata la curva.

“Esattamente nel modo opposto a come l’hai fatta tu”, penso io, ma saggiamente taccio.

Finito il giroducato, si fa avanti un altro capo pagliaccio vestito da capo pagliaccio.

Perché non l’ho detto, ma gli sbarbati minorenni sono anche tutti vestiti da capi pagliacci, con giacche rosse impestate di logo di sponsor tipo Formula 1, e siccome loro sono molto ganzi vestiti da capi pagliacci, tutti noi clienti siamo molto invidiosi delle giacche pagliacce.

Capopagliaccio prende un elenco e chiama “Guidobaldo Busdazzoni, sulla Ferrari blu”

il signor Bustazzoni, anzi i signori Bustazzoni (Guidobaldo Bustazzoni e la sua pancia, che a occhio e croce pesa più o meno quando il resto del suo corpo… a Bustazzò, ma che te sei magnato, Bud Spencer???) nicchiano

“… quellabbbblù??? Non posso fare con quellarrrossa???”

Capopagliaccio non fa una piega (quante deve averne viste, in questi anni di pagliaccismo….) e risponde “ok, allora ti metto in lista per la rossa… per la blu allora… Hippo? A te va bene la blu, o vuoi anche tu la rossa?”

“presa la blu”

“vàila, allora”

“vàdolo”

Arrivo alla Ferrari 458 blu

se vi domandate come sia una 458 blu, ecco èssa è così

4581

e oltre ad essere mooooolto ganza costa tipo due o trecentomila sacchi.

Salirci non è facile, che in realtà più che “salire” uno dovrebbe dire “scendere”, perché è talmente bassa che prima ti inginocchi, poi ti sdrai e poi finalmente ti infili dentro.

Dentro nel sedile del passeggero c’è l’ennesimo ragazzino (ma che, oggi non c’è scuola? manifestazione? sciopero per salvare le balene del mar Caspio? Colazione al bar e cannetta al parco di Monza, e vi siete infilati de straforo all’autodromo???)  che mi stringe la mano e si presenta “ciao, io sono il pilota” (eddaje…) “e ti darò le indicazioni delle staccate, delle traiettorie e delle uscite”.

E niente, poi metti la prima  (”piano col gas, che ha l’acceleratore sensibile…”), esci dai box stando sotto i 60 all’ora, poi esci, “vado?”, chiedi “vai, schiaccia, tira pure fino alla terza”, dice il bamboccione e tu affondi il piede

e niente

qualcosa di grosso, ma non grosso, aiutatemi a dire GROSSO, ecco, GROOOOSSO all’improvviso si sveglia dietro di te.

Ma dietro non come dire laggiù in fondo: dietro nel senso come dire attaccato coi denti al culo tuo, ecco si veglia e spinge, che dici quando ti dicono che la trazione anteriore “tira” e quella posteriore “spinge” e tu non l’avevi mai capita, e invece adesso aaaaaah ecco

e poi pèm! la seconda e poi pèm! la terza e all’improvviso tutto chiaro com’era la storia delle due frizioni che lavorano in contemporanea, e cazzo, praticamente la macchina non cambia, cioè tu cambi marcia ma la macchina sembra avere una unica, continua, infinita marcia che sale, sale sale

poi la variante e freni e poi via “adesso adesso affonda!!!” e tu affondi e la macchina vola e spinge e c’è la curva e minchia tu stai per rallentare staccare frenare e lui sereno dice “prendi la corda che questa la facciamo tutta in accelerazione… adesso metti la quarta…”

e via a tutta e vai veloce come non ti sembra di essere mai andato, la macchina è bassa e attaccata a terra, arrivi alla staccata (che voi nella vita avete frenato, io a Monza ho staccato, che, credetemi, è ‘nantra cosa…) alla variante della Roggia,

“portala dentro frenando… guidalacon un filo di gas fino a metà della seconda curva… appena la curva inizia a mollare GIU’ TUTTO!!! daidaidai che arriviamo alla Ascari sparati!!!”

e giù tutto e la curva del Serraglio che non è quasi nemmeno una curva ma tu sei lì a manetta che picchi dentro le marce e quella cosa grossa di dietro urla GROOOOOO!!!! e poi GRAAAAAAAA!!!!!!!! nelle tue orecchie e sei così basso che non vedi un cazzo oltre la curva e fai per alzare il piede perché ti caghi sotto e lui dice “tieni giù tieni giù tieni giù”

e la variante Ascari “qui puoi anche salire sul cordolo, vai!”

e la Parabolica

e poi il rettilineo, e sapete ‘na sega voi dic osa vuol dire arrivare alla staccata a 270 all’ora, e sapere che sta per ricominciare tutto da capo, ma stavolta, però, di più.

***

La domenica mattina, davanti al GP, l’ammmmmore miiissimo mi guarda e chiede: “come mai guardi l’automobilismo?”

“mha, sai… per solidarietà… tra noi piloti della Ferrari…”.