Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_el() should be compatible with Walker::end_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1199

Strict Standards: Declaration of Walker_PageDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1244

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_el() should be compatible with Walker::end_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1391

Strict Standards: Declaration of Walker_CategoryDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/classes.php on line 1442

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class wpdb in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/wp-db.php on line 306

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Object_Cache in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/cache.php on line 431

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::start_el() should be compatible with Walker::start_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Declaration of Walker_Comment::end_el() should be compatible with Walker::end_el(&$output) in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/comment-template.php on line 1266

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Dependencies in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/class.wp-dependencies.php on line 31

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Http in /var/www/vhosts/hippoblog.net/httpdocs/wp-includes/http.php on line 61
Hippo blog » 2011 » August

Archivio di August 2011

Fiesta mobile.

Tuesday 30 August 2011

Così, a sprazzi.

Noi siam a dormire sul mare, ma il matrimonio è in copp’aaa muntagna, e ci sono un’oremmezza di curve per arrivare.

Sabato, sveglia presta, tira su le bimbe “dai dai dai su su su bimbe bimbe bimbe presto presto presto”, le bimbe si puppano il latte in fretteffuria, poi le vestiamo pupazziamo come piccole principesse, poi ci vestiamo pupazziamo anche noi come due cialtroni benvestiti, saltiamo sulla panda nera (in agosto, al mare…) che abbiamo affittato e via! verso il matrimonio.

Sarà il caldo, sarà che ho messo l’aria condizionata a -3, saranno le curve che siccome guida il mio ammmmore le prende tutte in controsterzo e io ogni volta dico “vai Schumi!”, sarà quelchel’è, dopo tre quarti d’ora la piccola pensa bene di vomitare, su se stessa e su mezza macchina, tutto il latte della colazione che il tempo trascorso, le curve alla Schumi e gli sbalzi di temperatura adesso è tutto bello ricottato.

La macchina fèta che l’unica soluzione logica sarebbe darle fuoco lì, nella piazzola, gridando “Allah lo vuole!”, invece noi - dopo aver seraficamente bestemmiato il giusto - si gira la macchina, altri 45 minuti di curve, si va a casa, si doccia la bimba e tutto ciò con cui è entrata in contatto, la si cambia, e via! di nuovo verso il matrimonio.

Un’ora e mezza di curve dopo, siamo lì, tutti un po’ pallidi e con quel bel “burp!” che viene a chiunque passi un’ora e mezza in un’auto nera ad agosto, in una strada tuttacurve, con un puzzo di vomito che mi son ricordato quella volta all’Oktoberfest, fuori, dietro ai cessi.

Per rimettermi in bolla, gli amici dello sposo mi invitano all’aperitivo, mentre dentro in chiesa ancora ciarlano, e giù un buon “vinodelcontadino”, accompagnato dal tipico prodotto locale: il “formaggiocoivermi”. Il formaggiocoivermi non ha i vermi per davvero, cioè sì, li ha in fase di maturazione, poi quand’è pronto i vermi un po’ mojono, un po’ se ne vanno sua sponte, un po’ li tirano via, magari qualcuno resta, ma èttuttasalute!, e insomma assaggia assaggia, è raro eh che questo è illegale farlo, come è illegale? sì perchè dice l’ufficio d’igiene la comunità europea ogni tanto qualcuno moriva, ma pochi eh, ah bhe.

Però bono. Guarda ti esce un verme dal naso. Scherziamo!. Ha ha ha.

Tutti a pranzo.

Bene.

Tipo tre o quattrocento ospiti, ciùmbia.

Aperitivo in piedi, poi a seguire cento antipasti quattro primi tre secondi di pesce tre secondi di carne dolci fritti (buonissimi, ne ho mangiati mille!!!), vino birra liquorino.

Anf.

Fatica, assai.

Saliamo in macchina.

Le bimbe son stravolte, han mangiato poco, non han dormito niente, attaccano a piàgne alla prima curva e finiscono precise dopo un’oraemmezza, quando spengo la panda (nera, ad agosto) davanti a casa.

Io mi appoggio con la fronte allo spigolo della porta, così, per star meglio.

Le piccole praticamente perdono conoscenza appena vedono in lontananza il letto.

Io e l’ammmmore mio, invece, pure.

Al mattino dopo, mi svegliano le mie piccole, alle 7.05 eh, e io mi trovo con un caimano che mi artiglia le budella, un sapore di cane marcio in bocca, e una scimmia che mi inchiavarda felice una vite del 23 nel cranio.

Bene - dico all’ammmmore mio - oggi andiamo a piaggiarci in spiaggia, mare sole & amore, una fetta di melone e acqua naturale a pranzo, pennichella, e forse nel tardo pomeriggio riprenderò sembianze umane…

No?

Come no?

No, perchè IERI essa era festa, sì, ma un po’ per tutti, gente che vengono e gente che vanno, invitati sì ma insomma mica roba seria.

OGGI, oggi è invece la festa per i parenti e gli ammmici veri, pochi ma buoni, siamo solo un centino.

E quindi domenica, altri unoraemmezza di macchina e curve.

Bene, quindi un veloce rinfresco?

Ecchè perchì c’hai presi, qui oggi si replica cento antipasti quattro primi tre secondi di carne tre secondi di pesce dolci a gaganella bevi bevi che sgrassa…

Ieri siam tornati, e adesso, a mente fredda e stomaco vuoto, posso anche dire che mi son parecchio divertito.

Burp.

Proprio sotto?

Thursday 25 August 2011

Noi (voi…) e loro.

Wednesday 24 August 2011

Noi, anzi voi, e loro, e del perchè loro sono loro e resteranno sempre loro, e voi noi, perchè da noi, anzi da voi, l’avrebbero arrubbato, uno con le forbici un tronchese e via, e prima bestemmie, forzamila, itermedda, àcciro, àcciro, saluta àcciro fai ciao con la mano àcciro.

http://improveverywhere.com/

.

Brutte vacanze.

Wednesday 24 August 2011

Hippo - Bentornato! Alora, com’è andata la vacanza???? -

Arb - …ehhh… bene… bene bene… caaaaaazzo… fiiiiiga… bene… fiiiiiiiga… caaaaaaazzo… -

- ah, capisco -.

Kom.

Monday 22 August 2011

Io sò preoccupato, sò, e anche se non dovrei minchia c’hai quarant’anni suonati (eh, appunto…) ecchettenefrè, e lui èrricco, e lui lattròca, e lui àbbrutto, e tutto vero c’avete ragione. Però io sò preoccupato, sò, e mi riascolto l’ultimo clippino dell’altra sera, quello con albachiara con le parole sbagliate.

Oh bene.

Monday 22 August 2011

Oh bene, adesso che finalmente è ora, dove si va in vacanza?

Finite?

Come finite?

Chi? Come?? Cosa?? Inchéssenso, scusa?

No, ma io… io mi credevo… ma lui… lei… mi aveva detto… ma io mi pensavo… no è che se ti ricordi avevamo detto… no no no no è che io non sono pron… no per dire è tutto l’anno che aspetto e adesso che finalm… no dicevo io andrei e ci vediamo tra… come no?… già fatte?

Io?

Io già fatte finite buttate fumate ptù sputate via, le vacanze?

No mi scusi buongiorno, buongiorno a lei come sta, grazie anche io, dicevo buongiorno, controlli controlli meglio ci dev’essere un errore guardi meglio sotto la “H” di Hippo ecco sotto la “v” di vacanza… no? come no???

… aspetti, ah ah ah ecco ho capito guardi sotto la “W” di wakkanza, eh sì sa io a volte ahahaha io ahahah a volte… no?? Come no???

E’ sicuro?

Mi facci vedere, mi facci, no che non per offendere ma lei non mi sembra che sii affidàbbole, lasci che faccio io si sposti grazie facci vedere aaaaahhhh ecco, ora vediamo…

mortedistruzioneraccapriccioarmageddon.

Vi odio & schifìo, a tutti.

Estate (paroti).

Thursday 18 August 2011

salvo

Hanno sbragato…

Thursday 18 August 2011

Gli Stati Uniti appoggiano fermamente la politica di «una sola Cina» di Pechino e non sosterranno la «indipendenza di Taiwan» e riconoscono totalmente che il Tibet è una «inalienabile parte della Cina». Lo ha affermato, secondo quanto scrive l’agenzia ufficiale Nuova Cina, il vicepresidente americano, Joe Biden, che a Pechino ha incontrato il suo omologo cinese, Xi Jinping“.

Ah, basta questo? Ha detto Jo Biden, mentre, sollevato, si tirava su pantaloni e mutande e si rimetteva dritto dalla posizione appecorina in cui si trovava…

Il contabile (lib tratt da spinoza).

Tuesday 16 August 2011

L’agenzia di rating ha declassato il debito americano.

Gli americani, si sono incazzati.

Al Tesoro americano, hanno detto “l’agenzia ha sbagliato i calcoli,  a noi risulta che abbiamo 2.000 miliardi di dollari in più”.

L’agenzia ha replicato “no no guardate vi sbagliate voi, i 2.000 miliardi di dollari non ci sono”.

“Ma come? C’erano! Erano lì!”.

“No no non ci sono più”.

Ed a questo punto, la mente formatasi in decine e decine di filmi americani, si immagina il contabile, lui, l’ometto con gli occhiali, le maniche di camicia, i pantaloni un po’ sformati, pochi capelli e magari anche leggera balbuzie, lui, quello che si è visto in un paio di scene, una all’inizio, una a metà del film ma che in realtà non faceva un cazzo se non far capire che lui era, appunto, il “contabile”.

Ecco, mentre tra il Tesoro e l’agenzia continua il balletto delle telefonate e delle smentite e delle interviste seccate in tv, ecco lentamente la scena sfuma e si vede una barca.

In  sottofondo, continua l’intervista del Segretario del Tesoro USA.

Grande.

Molto grande.

Ormeggiata, in una baia bellissima, in un mare belissimo.

La telecamera passa dalla prua a poppa, lungo l’interminabile fiancata bianca della  barca.

In  sottofondo, continua l’intervista del Segretario del Tesoro USA.

Nel grande pozzetto, una donna bellissima prende il sole in un bikini minuscolo.

La ragazza si gira, e mormora “amore, non viene a prendere il sole?”

La telecamera inquadra un uomo, di spalle, seduto nel salotto della barca, che guarda su un megaschermo al plasma l’intervista di Frank Getsom, Segretario del Tesoro USA.

La telecamera stringe sullo schermo, dove il Segretario, pallido, sudato, insiste “noi siamo certi delle nostre affermazioni, e insistiamo sulla circostanza che ci sono, da qualche parte, 2.000 miliardi di doll…”

L’audio della televisione si spegne di colpo, e la telecamera gira verso la mano dell’uomo, che appoggia il telecomando su una poltrona, poi sale lentamente lungo l’accappatoio, verso il viso dell’uomo che dice “arrivo, baby” e poi, proprio quando la telecamera svela il volto del contabile, questo si infila gli occhiali da sole e mormora, rivolto alla televisione “per l’esattezza, duemila trecento ottantasei, miliardi di dollari… e, a proposito, Frank” dice il contabile, rivolto all’uomo ancora inquadrato dalla televisione “avete ragione tutti e due, tu e l’agenzia… quei soldi ci sono ancora, ma nessuno sa dove siano… o meglio, quasi nessuno”.

Campo lungo, sulla barca, che dondola lenta in un meraviglioso mare caraibico.

Informal Tuesday.

Tuesday 16 August 2011

Insomma, è il 16 agosto e mi sun derè a lauuràa.

Però siccome è il 16 agosto e a Milano non c’è una cippa di nessuno, almeno vado a lavorare vestito “informal”.

Niente canotte mutànni o infraditi, eh, sneakers, jeans e polo, per giunta con un bottone allacciato.

Certo, la barba è di due giorni, ma insomma, più che dignitoso, ecco.

Poi in pausa pranzo scappo a Malpensadue, dove atterra la mia cinpripessa che la nonna la riporta a casa.

Son lì, nella sala d’aspetto di Malpensadue, che gioco con il mio iPhone e uno tipo uno giovano si avvicina e mi dice:

“scr, cativìtzi darja catulika unrtìnti cadaviar rext mit dgarrìa, zofari?”

“Shcus?”, rispondo io, alzando gli occhi.

“arkz, garandu ga zamaruia cfretzik?”

“Nooooo… non capisco, no comprènd, no andestùd, noa abla, scè ne pà comprì”

“Como, ti no albanese?”

“Io?????”

“Ti, ti” e mi fa cenno con la mano, dall’alto in basso, dai capelli alla barba alla polo ai jeans alle scarpe “ti no davèra albanese?????”

“No guardi mi scusi no io italiano eh lo so lo so con cazzi amari però pure le albanese mica sta messo mejo”

“como dice? Io vòle informazìa… dove aerio di Tirana???”

“ah guardi qui, sullo schermo, dove dice aerio di Tirana…”

“grazia”

“prega”.

Minchia.

Un albanese, un albanese brutto, aceto, un albanese brutto aceto di quelli che saltan fuori ad agosto in città, uno di quelli, mi aveva preso per uno dìlloro.

Magari domani faccio la barba, eh…

Oldies but goldies.

Thursday 11 August 2011

Hippo, guardandosi da vicino nello specchietto della My Personal Vespetta: - miiiiiiinchia, che invecchiamento precoce! -

L’ammmorissimo mio: - ma no, dai -

- No, dici? -

- Ma no, ma no, perchè “precoce”? -.

Tumùtti, tuttitutàti.

Wednesday 10 August 2011

Hippo - E allora com’è lì, a Londra? Sei tranquillo? Passata la paura? Hai evitato i riots? -

Frèngo - Evitati? Come evitati? io SONO i riots, non mi hai riconosciuto? Ero quello col cappuccio della felpa sulla testa… -.

Piccoli problemi quotidiani.

Tuesday 9 August 2011

Oggi.

Hippo via sms a un tipo di un ufficio, a Londra; ore 15.32 (in inglese, eh) “ciao, ho alcune delle informazioni che mi avevi richiesto e anche i valori possibili, quando hai tempo chiamami che ti aggiorno”.

L’inglese, da Londra, ore 15.45: “ok I will call you soon, but we have a riot outside our office right now!”.

Azz, i riot, e io che mi lamento dei nègher coi bonghi…